mercoledì 30 dicembre 2015

Detti e Proverbi di Gennaio.A mezzo gennaio, metti...


A mezzo gennaio, metti l'operaio.
A mezzo gennaio, mezzo pane e mezzo pagliaio.
Chi vuole un buon agliaio, lo ponga di gennaio.
Gennaio e febbraio mettiti il tabarro.
Gennaio e febbraio, empie o vuota il granaio.
Gennaio fa il peccato, e maggio è il condannato (ovvero e maggio n'è incolpato).
Gennaio fa il ponte e febbraio lo rompe.
Gennaio forte tutti i vecchi si auguran la morte.
Gennaio ingenera, febbraio intenera (marzo imboccia).
Gennaio secco, lo villan ricco.
Gennaio zappatore, febbraio potatore, marzo amoroso, aprile carciofaio, maggio ciliegiaio, giugno fruttaio, luglio agrestaio, agosto pescaio, settembre ficaio, ottoble mostaio, novembre vinaio, dicembre favaio.
Gennaio, ovaio.
Guardati dalla primavera del gennaio.
Il grano freddo di gennaio, il mal tempo di febbraio, il vento di marzo, le dolci acque di aprile, le guazze di maggio, il buon mieter di giugno, il buon batter di luglio, le tre acque d'agosto con la buona stagione, vagliono più che il tron di Salomone.
La neve di gennaio diventa sale, e quella d'aprile farina.
Mezzo gennaio, il sole nel pagginaio; mezzo ferriere, morto è chi non rinviene; mezzo marzo, chi non rinviene è morto affatto.
Ogni gatta ha il suo gennaio
Per San Bastiano (20 gennaio), sali il monte e guarda il piano; se vedi molto, spera poco; se vedi poco, spera assai.
Quando canta il pigozzo (picchio) di gennaio, tieni a mano il pagliaio.
Sant'Agnese (21 gennaio), il freddo è per le siepi.
Sant'Antonio (17 gennaio), gran freddura, San Lorenzo gran caldura, l'uno e l'altro poco dura.

fonte:web


Nessun commento: