mercoledì 17 gennaio 2018

PAPPA REALE: COS'È, I SUOI BENEFICI E LE CONTROINDICAZIONI


Tutto quello che bisogna sapere sulla pappa reale: cos’è quali sono i benefici e quali le possibili controindicazioni. Fa bene alla pelle, è un toccasana contro la caduta dei capelli ed è un alleato del nostro sistema immunitario. Ma non finisce qui, perché questa sostanza fa bene alla nostra salute per tanti altri motivi!

Sentiamo parlare di pappa reale molto spesso e sappiamo che fa bene alla nostra salute, ma poi effettivamente non sappiamo né cosa sia esattamente né in quali casi farne uso. È per questo che oggi abbiamo pensato di fare il punto della situazione spiegandovi cos’è la pappa realequali sono i suoi benefici e le eventuali controindicazioni che potrebbero presentarsi.

Usi e benedici della pappa reale

La pappa reale è una sostanza prodotta dalle ghiandole salivari delle api per nutrire le larve e l’ape regina, motivo per cui in molti la scambiano con il miele, ma si tratta di due cose molto diverse. La pappa reale ha tantissimi benefici per la nostra salute, soprattutto grazie alle sue comprovate proprietà antinfiammatorie che ne fanno un toccasana in caso di artrite. Questa sostanza prodotta dalle api, inoltre, è molto indicata in caso di colesterolo e per chi soffre di patologie del fegato o di pancreatite, ma la pappa reale viene usata spesso anche contro lo stress, in caso di fiacchezza e affaticamento e secondo diverse ricerche ha anche proprietà antitumorali. Inoltre, facendone un uso costante, ha effetti positivi anche sul nostro sistema immunitario ed è un ottimo alleato contro la stanchezza data dai cambi di stagione.

Infine il vantaggio della pappa reale è che è indicata in special modo per i bambini e gli anziani, ma anche per gli adulti in caso di debilitazione. Per questi soggetti questa sostanza è molto importante perché è in grado di stimolare l’appetito, accelerare la guarigione delle ferite, rafforzare le difese immunitarie e se la si consuma regolarmente può rivelarsi anche un ottimo rimedio naturale contro l'insonnia. 

Usi di bellezza della pappa reale

Tra i vari benefici della pappa reale ce ne sono alcuni che hanno a che fare con la bellezza e in particolare con la cura di pelle, unghie e capelli. In breve è una sostanza che contribuisce a ridurre la fragilità delle unghie e dei capelli, riducendone la caduta, ed è anche un ottimo rimedio naturale in caso di forfora. La pappa reale, inoltre, se usata direttamente sulla pelle, la nutre e la rende più morbida.

Controindicazioni della pappa reale

In realtà la pappa reale non ha tantissime controindicazioni se non in caso di allergia ai prodotti dell’alveare. Le persone con problemi di obesità dovrebbero però tenere conto che la pappa reale tende a stimolare l’appetito.


Fonte:http://www.donnaclick.it/salute-donna/182111/pappa-reale-cose-i-suoi-benefici-e-le-controindicazioni/

lunedì 8 gennaio 2018

Come realizzare capelli mossi o ricci?


Qual è il metodo migliore per asciugare i capelli e realizzare un effetto mosso? Abbiamo già visto come ottenere una piega liscia usando in modo strategico phon, spazzola e piastra, ma anche per realizzare onde morbide e naturali servono le giuste accortezze, altrimenti si rischia di ottenere un brutto effetto crespo. Di seguito alcune strategie per ottenere capelli ondulati o ricci.


Come fare i capelli mossi senza piastra

Se non si vogliono utilizzare le classiche piastre per capelli o un prolungato uso del phon ci sono vari metodi per ottenere un bell'effetto ondulato e naturale, vediamone alcuni.


1) La treccia: il metodo della treccia funziona bene se messo in pratica il giorno precedente, dunque prima di andare a letto è necessario lavare i capelli e applicare un prodotto per lo styling, quindi asciugare le radici e realizzare una treccia su tutta la lunghezza, dopodiché indossare una cuffia traforata. Al mattino seguente rimuovere la cuffia e sciogliere la treccia, dando un po' di volume con il phon a freddo e il diffusore.


2) I bigodini: un classico metodo per ottenere dei bei ricci è l'uso dei bigodini, più o meno grandi a seconda dell'effetto che si vuole realizzare. Anche in questo caso meglio lavare i capelli con uno shampoo volumizzante, quindi dividerli in ciocche e posizionare i bigodini fissandoli con forcine o becchi. Tenere in posa e asciugare con il phon, quindi rimuovere i bigodini e dare volume alle onde utilizzando il diffusore.

3) 

Capelli mossi col calzino

Il calzino: un po' insolito, ma efficace, è l'utilizzo del calzino per ottenere un effetto ondulato e naturale. Per applicarlo sui capelli occorre tagliare la punta in modo che diventi un tubo, quindi realizzare una coda alta sui capelli leggermente inumiditi, inserirvi il calzino e arrotolarlo dalla punta dei capelli fino a formare uno chignon sulla testa. Lasciare in posa almeno 7 ore, o per tutta la notte, quindi rimuoverlo.


Come fare i capelli mossi con la piastra

Usando abilmente phon e piastra è possibile modellare al meglio le onde che si vogliono ottenere, oltre che prolungarne la durata. Vediamo come utilizzare questi strumenti per ottenere l'effetto desiderato.


1) Spazzola e phon: questo metodo richiede una buona manualità ed un utilizzo prolungato del phon in combinazione con una spazzola tonda. Dopo aver lavato i capelli occorre applicare un prodotto per lo styling, quindi dividere la chioma in ciocche e arrotolare ciascuna ciocca sulla spazzola passando ripetutamente il phon con il beccuccio. Mettersi a testa in giù per dare volume ai capelli con le dita.


2) 

Capelli mossi con la piastra

La piastra: la piastra che normalmente si utilizza per realizzare i capelli lisci può essere utilizzata anche per ottenere l'effetto mosso. Dopo il lavaggio occorre asciugare completamente i capelli e suddividerli in ciocche non troppo spesse; quindi chiudere la chiocca all'interno della piastra, posizionata in diagonale, e arrotolarla su se stessa. Tenere in posa e rimuovere la piastra dopodiché, una volta ripetuta l'operazione su tutte le ciocche, fissare con il phon freddo.


3) Il ferro: il ferro apposito per ottenere i capelli ondulati è senza dubbio il metodo più semplice e professionale, oltre che di lunga durata. Occorre lavare i capelli il giorno precedente e asciugarli perfettamente dopo aver applicato una schiuma o un prodotto per capelli mossi. Dividere i capelli in ciocche e avvolgerle una ad una a spirale sulla barra del ferro (oppure seguire il metodo indicato in ciascun ferro, a seconda della tipologia), quindi rimuoverlo.


Fonte:http://www.paginainizio.com/genio/come-realizzare-capelli-mossi-o-ricci.html

giovedì 21 dicembre 2017

TORTA DI NATALE


TORTA DI NATALE

Ingredienti per la pasta di zucchero al cacao: 350 gr. di zucchero a velo vanigliato 50 gr. di cacao amaro 30 gr. di acqua 6 gr. di gelatina in fogli (colla di pesce)

16 gr. di burro 60 gr. di miele di acacia Procedimento: Per prima cosa pesare l'acqua,metterla in un pentolino che possa andare a bagnomaria e farci ammorbidire i fogli di gelatina. Aggiungere il miele,il burro e far sciogliere bene tutto a bagnomaria. Versare nella planetaria lo zucchero col cacao e avviare a velocità 1. Dopo qualche minuto aggiungere l'acqua con il resto (che ormai saranno ben sciolti). Aumentare la velocità a 3 e quando tutto è ben amalgamato versarlo sul piano di lavoro (meglio di marmo) e lavorarlo velocemente con le mani. Stendere la pdz mettendola tra due fogli di cartaforno perchè se si spolverizza con zucchero a velo (o fecola, o amido di mais) rimarrebbe macchiata! Si conserva nella dispensa (mai in frigorifero!) ben avvolta in pellicola e infilata in un sacchettino da congelatore. La base era una torta allo yogurt al cacao (perchè è la sua preferita) di 26 cm di diametro fatta raddoppiando le dosi indicate nella ricetta.

Dopo averla livellata e tagliata a dischi (ne ho fatti tre) l'ho farcita con due abbondanti strati di nutella! Poi l'ho spennellata con gelatina di albicocche ed ho "incollato" una sfoglia di pasta di zucchero al cacao spessa circa 4 mm. La pallina di lato mostra la quantità di pdz rimasta dopo aver perfettamente ricoperto la torta.

Dalla pasta di zucchero bianca, ho ricavato delle decorazione che ho attaccato al dolce usando un pennellino inumidito con pochissima acqua. La scritta l'ho fatta imprimendo la pasta con gli appositi stampini

e ripassandoci con la penna gel bianca.


Fonte:web

Torta bianco natale

torta bianco natale

Ingredienti 1/2 tazza di acqua 4 once di rivestimento caramelle bianco o vaniglia o chip bianco 1 tazza di burro, ammorbidito Di zucchero 2 tazze 4 uova, separate 1 cucchiaio di estratto di vaniglia 2-1 / 2 tazze di farina 1/2 cucchiaino di lievito in polvere 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 tazza di latticello 1 tazza di fiocchi di cocco 1 tazza di noci tritate GLASSARE: 250 gr ricotta 1/2 tazza di burro, ammorbidito 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro Zucchero 3-3 / 4 tazze a velo Di latte 1 cucchiaio Indicazioni In una casseruola, portare l'acqua a ebollizione. Togliere dal fuoco; aggiungete rivestimento caramelle fino a quando fuso. Raffreddare per 20 minuti. Linea a tre ingrassato 8-in. piatti da forno quadrati con carta da forno e grasso la carta; mettere da parte. Nel frattempo, in una ciotola, crema di burro e zucchero. Aggiungere i tuorli d'uovo; mescolare bene. Battere nel rivestimento e vaniglia. Unire la farina, il lievito e il bicarbonato di sodio; aggiungere al composto di crema in alternanza con il latticello. Mescolare bene. Aggiungete la noce di cocco e noci

. Sbattere gli albumi a neve rigida; piegare nella pastella. Versare in piatti preparati. Cuocere in forno a 350 ° per 25-30 minuti o fino a quando i test torta fatto. Raffreddare per 10 minuti prima di togliere dal piatti a rastrelliera per raffreddarsi completamente. Per la glassa, in una grande ciotola, sbattere la crema di formaggio e burro fino a chiaro. Aggiungere lo zucchero a velo, il latte e la vaniglia; battere fino a che liscio. Stendere glassa tra gli strati e sopra la parte superiore ed i lati della torta.


Fonte:web

sabato 25 novembre 2017

Come proteggere le mani dal freddo?



Sicuramente le parti del corpo più colpite dal freddo e che risentono quindi delle basse temperature sono le mani. Se quando usciamo ci preoccupiamo di metterci vestiti idonei alla stagione, non sempre ci ricordiamo di indossare anche dei guanti protettivi per le mani. 

Per comodità infatti preferiamo avere le mani libere per svolgere al meglio qualsiasi attività, ma nel periodo invernale la pelle ne soffre molto e tende quindi prima a seccarsi e poi, addirittura, a screpolarsi. 


Onde evitare questi problemi si rende quindi necessario idratare costantemente le mani, anche più volte al giorno. 


Trattamento quotidiano:

Mattina: prima di uscire applicare una generosa dose di crema nutriente sui palmi delle mani e massaggiare bene sfregando le mani fino a quando non viene completamente assorbita.

Metà giornata: ovunque vi troviate, quindi anche se siete al chiuso, non fatevi mancare un ulteriore massaggio alle mani con una crema idratante. In questo caso la quantità di crema può essere inferiore, ma è importante tuttavia che venga massaggiata per bene. 


Sera: prima di andare a dormire applicare ancora una volta della crema, possibilmente di tipo emolliente, che aiuta ad ammorbidire e distendere la pelle.


Trattamento da farsi 2/3 volte alla settimana

Dato che la crema da sola non basta ad avere mani morbide e sane, si consiglia di prendersene ulteriormente cura con degli scrub e/o impacchi, da fare tranquillamente a casa. I suggerimenti che adesso vi diamo richiedono infatti l'utilizzo di ingredienti facili da reperire. Scegliete voi quale trattamento vi piace di più, oppure provateli entrambi alternandoli.


Maschera con yogurt e miele: prendere mezzo vasetto di yogurt bianco e amalgamarlo insieme ad un cucchiaio di miele e poi stendere il tutto sulle mani utilizzando un pennello. Tenere la maschera almeno 15 minuti e lavarsi le mani con acqua tiepida per rimuoverla.


Scrub zucchero e limone: serve per avere la pelle liscia come seta e quindi aiuta a rimuovere le cellule morte; si realizza con due cucchiai di zucchero e il succo di un limone. Mescolare insieme i due ingredienti, quindi applicarli sulle mani, massaggiare delicatamente e infine risciacquare.


Fonte:http://www.paginainizio.com