ღஐღ

lunedì 12 agosto 2019

Mirtilli: proprietà e benefici


Mirtilli: proprietà e benefici

I mirtilli sono un frutto molto prezioso e dato che sta per tornare di stagione è bene approfittarne! Buoni e super salutari, questi piccoli frutti di bosco hanno ottime proprietà nutrizionali e possono essere mangiati da soli, mischiati ad altra frutta, insieme allo yogurt o utilizzati per realizzare frullati e succhi. Scopriamone le proprietà…


ANTIOSSIDANTI-

I mirtilli sono potenti antiossidanti naturali (ovvero riescono a contrastare i radicali liberi). Questo perché possiedono una serie di vitamine dotate di questa capacità (come la vitamina C) ma soprattutto grazie alla presenza in questi piccoli frutti delle antocianine, sostanze che appartengono alla classe dei flavonoidi.


ANTINFIAMMATORI-

Il mirtillo ha ottime proprietà antinfiammatorie, soprattutto se ad essere infiammato è l’intestino. Viene infatti spesso consigliato in caso di diarree o ulcere proprio per la sua capacità di agire anche sull’attività enzimatica dell’intestino sgonfiando, sfiammando e contribuendo alla sua regolare motilità.


ANTITUMORALI-

Diverse ricerche hanno mostrato che le antocianine presenti nei mirtilli (ma anche altre sostanze come il resveratrolo) hanno proprietà antitumorali, soprattutto sono utili in fase preventiva anche grazie alla capacità di agire sul sistema immunitario aiutandolo nella sua attività di difesa.


RICCHI DI VITAMINE E SALI MINERALI-

Se mangiati frequentemente quando sono di stagione, i mirtilli freschi assicurano un’ottima dose di vitamine al nostro corpo, in particolare C, A, E e gruppo B tra cui l’acido folico. Buono anche il quantitativo di sali minerali, soprattutto potassio. Variando con altra frutta e verdura fresca otterrete il massimo dei benefici.


PROTEGGONO CUORE E CIRCOLAZIONE-

I mirtilli vengono spesso consigliati a chi soffre di problemi venosi: gambe gonfie, crampi, varici, emorroidi e altre problematiche circolatorie che si intensificano soprattutto nella stagione calda. In questo caso potrebbe non bastare inserire ogni giorno nella propria dieta dei mirtilli freschi ma si mostrerà certamente più utile prendere un integratore con alte concentrazioni dei principi attivi del mirtillo. Alcune ricerche hanno poi messo in luce la capacità del mirtillo di abbassare la concentrazione di colesterolo cattivo (LDL).


CONTRASTANO LA RITENZIONE IDRICA E PREVENGONO INFEZIONI-

Ricchi di acqua, i mirtilli favoriscono la diuresi e, grazie a tutti i principi attivi in essi contenuti, riescono anche a prevenire cistiti e altre infezioni alle vie urinarie. Diversi studi hanno comprovato questa capacità dei mirtilli e in particolare il mirtillo rosso americano (cranberry) si è mostrato capace di impedire l’adesione dei batteri alla parete della vescica evitandone così la riproduzione.


AIUTANO LA VISTA-

Una delle proprietà più conosciute del mirtillo è senza dubbio la sua capacità di aiutare gli occhi nelle loro funzioni e in particolare al momento della visione notturna. Ecco perché spesso questi frutti, o meglio l’integratore più ricco di principi attivi concentrati, sono un ottimo coadiuvante in caso di problemi alla retina e ai capillari degli occhi.


L’elenco non è di certo esaustivo, se volete aggiungere qualche beneficio riscontrato con l’assunzione di mirtillo scrivete nello spazio commenti in basso!


I frutti freschi hanno tutte queste ottime proprietà se mangiati spesso e in grandi quantità, mangiarne anche solo una manciatina contribuisce comunque al nostro benessere. Se però si vuole agire su qualche problema specifico il più delle volte è consigliato assumere un estratto secco titolato che assicuri un quantitativo di principi attivi molto più alto. Sconsigliato solo a chi ha calcoli renali o è predisposto ad averli…


Purtroppo i mirtilli sono uno di quegli alimenti particolarmente contaminati da pesticidi, assicuratevi dunque sempre che siano di provenienza biologica!


martedì 2 luglio 2019

Come difendere cani e gatti dal caldo?

Come difendere cani e gatti dal caldo?


Le alte temperature tipiche della stagione estiva non mettono a dura prova solo noi, bensì anche gli animali con i quali condividiamo le nostre abitazioni. Stiamo parlando dei nostri amici cani e gatti. Per il loro bene e la loro salute occorre quindi tenere a mente alcune regole fondamentali...vitali! Sì perché, oltre a non avere il dono della parola e non poterci comunicare il loro eventuale malessere, non sudano, cosa che per noi è indicativa del fatto che abbiamo caldo, ma anche che il corpo si sta difendendo. Un segnale che ci avvisa che i cani e i gatti stanno patendo il caldo è dato dall'aumento del loro ritmo respiratorio. Infatti è in questo modo che il loro organismo prova ad abbassare la temperatura corporea, che specifichiamo che di norma si aggira sui 38,5°.

Cosa si può, o meglio deve, fare in vista dei picchi di temperatura in estate? A fornire i consigli seguenti è l'ENPA, vale a dire l'Ente Nazionale Protezione Animali. Come vedremo, si tratta di regole semplici, quasi intuitive e "sempreverdi", nel senso che valgono sempre quando arriva il caldo.

1) Ombra

L'ambiente ideale per i cani e i gatti in estate è fresco ed ombreggiato. Durante le ore più calde del giorno le tapparelle e le persiane dovrebbero essere chiuse. Si possono azionare condizionatori e ventilatori, a patto che i loro getti non finiscano sopra la cuccia o il luogo preferito. Il rischio è quello di far venire loro il raffreddore. Potrebbe altresì essere utile sopraelevare la cuccia in modo da non far percepire il calore del pavimento.

Allo stesso modo, nelle ore più calde sono sconsigliate le passeggiate, risulterebbero un grande stress. Anche in orari più freschi tuttavia si consiglia di avere con sé un po' d'acqua per far bene o rinfrescare il cane.


2) Auto

Durante l'estate si sensibilizza sul divieto di abbandono per le strade dei cani, ma è importante ricordarsi anche di non lasciare chiusi cani e gatti in un'auto in sosta, nemmeno per pochi minuti, nemmeno se è parcheggiata all'ombra. All'interno di un abitacolo, pur quanto i finestrini siano aperti, la temperatura sale in maniera esponenziale! Se si trova un animale solo chiuso in un'auto la regola è cercare il proprietario e laddove non fosse possibile rintracciarlo mettersi in contatto con le forze dell'ordine. In attesa del loro arrivo, fare ombra sui finestrini e, se aperti, versare un po' di acqua così da bagnare o far bere l'animale prima che il colpo di calore gli sia fatale.


3) Alimentazione

Dal punto di vista del cibo, in estate sarebbero da prediligere gli alimenti non secchi per i nostri amici animali e rendere sempre disponibile una ciotola d'acqua, sia per bere sia per rigenerarsi bagnandosi un po' le zampe.


4) Pelo

Un altro utile accorgimento riguarda il pelo che, laddove sia lungo, può essere scorciato. In questo caso si consiglia altresì di non accorciarlo troppo, soprattutto se chiaro, per limitare le possibilità di scottarsi.


5) Parassiti

In estate i rischi delle punture da parte dei parassiti aumentano, si consiglia quindi di munirsi preventivamente di antiparassitari specifici per la specie e per la taglia del proprio animale domestico.



venerdì 28 giugno 2019

Cosa mangiare per dormire meglio

C'è chi soffre di insonnia e chi non riesce a stare a letto per più di 5 ore, e se vi dicessero che la cura è nel cibo? Scoprite i risultati della ricerca dell'Università della Pennysilvania.

Ci sono vari elementi che aiutano a mantenersi in forma e avere un'ottima salute: tra questi, i principali sono il cibo e il sonno. Come sappiamo, un'alimentazione corretta e almeno 8 ore di sonno ogni notte favoriscono il benessere di ciascuno di noi.

Si evince quindi che tra il mangiare e il dormire c'è una stretta correlazione, ma fino ad ora nessuno si era mai interessato a stabilirne il meccanismo: recentemente ci ha pensato la Perelman School of Medicine dell'università della Pennysilvania che ha scoperto che dormiamo come mangiamo. Chi segue una dieta varia tende a dormire tanto e bene, chi mangia sempre le stesse cose e assume tante calorie dorme invece poco.

Ma come è stata condotta questa ricerca? Sono stati presi in analisi i dati del National Health and Nutrition Examination Survey degli anni 2007 e 2008, soffermandosi in particolare sulle abitudini alimentari di tutte le persone, indistintamente dal sesso e dall'età, e sulle quantità di ore di sonno dichiarate da ciascuno.

Sono quindi stati suddivisi in 4 differenti classi in base al sonno: molto breve chi dorme meno di 5 ore a notte, breve chi dorme dalle 5 alle 6 ore a notte, standard chi riesce a dormire le classiche 8 ore e lungo chi addirittura passa più di 8 ore a letto. Combinando queste informazioni con quelle circa il cibo ne è emerso che le prime due tipologie di “dormienti” hanno delle carenze nutritive che vanno colmate per evitare conseguenze negative.

Abbiamo più volte detto quanto fa bene dormire e quanto è importante riuscire a battere l'insonnia, e se il motivo di uno stato di malessere generale è causato proprio dal dormire poco e male sarebbe opportuno rivedere le proprie abitudini alimentari e prendere i giusti accorgimenti. Per esempio, lo studio della Perelman School ha evidenziato che i soggetti del gruppo “breve” e “molto breve” bevono poca acqua, assumono pochi carboidrati, licopene, selenio e vitamina C. Quindi, per iniziare a rilassarsi di più e riuscire a coricarsi serenamente la sera, oltre che rimanere leggeri a cena e favorire il sonno con latticini, avena, semi di lino e banane, sarebbe bene cambiare proprio il menù e la dieta giornaliera, inserendovi meno calorie e più proteine e fibre.




domenica 26 maggio 2019

LE PROPRIETÁ BENEFICHE DEL THE


LE PROPRIETÁ BENEFICHE DEL THE

Si può scrivere in diversi modi - tè, thè o the - e rappresenta la bevanda più diffusa nel mondo dopo l’acqua. Il the viene ricavato dalle foglie della pianta Camelia Sinensis, un arbusto sempre verde che può raggiungere un’altezza di due metri al massimo. Le foglie di questo arbusto vengono raccolte quattro volte l’anno in Cina, Giappone e India mentre in Kenia, ad esempio, avviene tutto l’anno.


L'utilizzo del tè risale alla notte dei tempi. All’inizio furono i cinesi e, grazie ai monaci, si diffuse anche in Giappone e in Corea. I portoghesi lo portarono per primi in Europa ma furono gli olandesi a commercializzarlo in Europa. Nel corso dei secoli poi, questa bevanda divenne molto popolare anche in Europa, fino a diventare una vera e propria icona delle tradizioni inglesi. Visto il prezzo molto alto, dato dalle tasse, era all’inizio una bevanda a uso dei nobili e della borghesia che utilizzavano servizi pregiati di porcellana, provenienti dalla Cina, e servito inizialmente dopo pranzo per passare ad essere bevuto alle quattro del pomeriggio.


Il tè vanta numerosi effetti benefici ma per poter godere appieno delle sue qualità, occorre prestare attenzione alla sua preparazione: Se si prepara il tè rispettando alcune semplici regole, come la temperatura e il tempo d’infusione, si avrà una bassa estrazione della teina.


Tipologie del tè

I sei tipi di tè più comuni sul mercato sono: il tè nero fermentato PU’Er, il tè rosso/tè nero indiano, l’oolong (o blu-verde), il tè verde, il tè giallo e il tè bianco. Tutte queste varietà dipendono dal processo di lavorazione per cui si avranno dei tè per niente ossidati, lievemente ossidati, ossidati o fermentati. Il suo sapore può essere erbaceo, floreale, fruttato, di malto, ecc.

- Tè fermentato PU’Er, il vero tè nero: Originario della città di Pu’Er nello Yunnan, una regione nel Sud-Ovest della Cina, questo tè veniva viaggiava fino al Tibet dove veniva scambiato con i cavalli. Lo si può trovare in foglie oppure pressato in tavolette simili a torte sulla superficie dei disegni raffiguranti ad esempio la fenice o il drago. Subisce durante la lavorazione, e successiva stagionatura, la fermentazione microbica. Ed è il tè che viene considerato da sempre dai cinesi, dai tibetani e adesso anche dagli occidentali, grazie agli studi chimici, ”tè medicina” per le sue proprietà di depurare il sangue dal colesterolo e dal glucosio.

- The rosso: I cinesi chiamano tè rosso quello che gli inglesi chiamano tè nero, per via del colore dell’infuso. Sono tè completamente ossidati e quindi non fermentati come si usa credere.

- The blu–verde: il nome più conosciuto è Oolong e si presenta con le foglie arrotolate su se stesse dal colore tendente al verde oppure con foglie attorcigliate per il senso della lunghezza che appariranno di colore marrone. Il gusto varia in base al grado di ossidazione che può variare tra il 12 e il 65%.

- Tè verde: non è ossidato ed è quello che contiene più teina (non quello nero, come molti credono).

- The giallo: Il suo processo di lavorazione è abbastanza simile a quello per il tè verde e differisce da esso solo per il procedimento particolare a cui viene sottoposto.

- The bianco: è poco ossidato e il suo nome deriva dal fatto che vengono raccolti i germogli (prima della loro apertura) ricoperti di una specie di peluria bianca. Ha un sapore delicato ed è una qualità piuttosto rara, come pure il tè giallo.


Proprietà del the

Il the è considerato una bevanda salutare, ricca di proprietà benefiche: agisce molto bene come antiossidante poiché contiene sostanze polifenoliche, note fin dall’antichità, in grado di contrastare la diffusione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della degenerazione cellulare. Ma non solo: gli antiossidanti chiamati anche flavonoidi, presenti sia nel tè verde sia in quello nero, sono considerati armi molto efficaci nella prevenzione delle cardiopatie ischemiche. Alcuni studi americani hanno evidenziato i benefici cardiovascolari legati soprattutto al tè nero ed hanno potuto constatare una riduzione del 6% delle malattie cardiovascolari, in soggetti che consumavano la bevanda quotidianamente. I tè Oolong e i tè Pu’Er si sono rilevati degli ottimi alleati nella lotta al fumo, come disintossicanti e contro l’obesità e il colesterolo. Sono note anche le caratteristiche idratanti del the, bevanda perfetta per ripristinare i liquidi persi: gli specialisti raccomandano di consumarlo frequentemente e in piccole quantità, per ottenere i migliori risultati. Anche nel conteggio delle calorie, il the “pesa” poco perché “vanta” zero calorie e zero grassi; se consumato con un una moderata quantità di latte, le calorie diventano al massimo 14. Il tè rappresenta quindi un ottimo spuntino durante la giornata, specialmente se viene abbinato ad un paio di biscotti.


Il the alleato della prevenzione

I medici raccomandano di consumare the verde e nero in abbondanza, per ridurre i rischi di cancro perché questa bevanda ha la caratteristica di poter prevenire la formazione delle cellule cancerogene grazie all’alto numero di polifenoli. Il the verde inoltre si è rivelato molto efficace per combattere la leucemia, a causa di un componente, conosciuto come EGCG (epigallocatechine-gallato), che ha un potere ossidante 20 volte maggiore rispetto alla Vitamina E nel proteggere i lipidi del cervello. I polifenoli sono anche utili per inibire l’assorbimento del colesterolo nel sangue, a prevenire la formazione di grumi nel flusso sanguigno e anche a raccogliere e disattivare i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare che possono portare problemi cardiovascolari, tumori, infiammazioni, artriti oltre al morbo di Alzheimer e al Parkinson. Inoltre, chi beve frequentemente the ha un rischio ridotto di sviluppare ipertensione. Il the verde combatte anche efficacemente la cellulite perché “limita” l’assorbimento dei grassi e berlo regolarmente per 10 anni, sembra possa fare aumentare del 5% la densità minerale e proteggere le ossa dall'osteoporosi.


I benefici effetti del the nero

Tutti i tipi di tè sono ottimi alleati per combattere la fatica fisica e intellettuale perché il tè è in grado di accelerare la velocità del cervello e migliorare la concentrazione. Nel tè nero, però, la teina è più facilmente assorbibile. Non è vero, poi, che il tè nero contiene più teina: il contenuto di teina dipende da tanti fattori e sicuramente il tè in polvere, dentro le bustine, ne contiene di più. La dose massima consigliabile è di non più di 4 tazze al giorno. Il tè nero ha anche effetti benefici in cosmesi possedendo la capacità di “curare” i danni provocati dai raggi ultravioletti e di prevenire il tumore della pelle.


Come preparare un buon the

Per preparare un buon tè, la prima regola da tener presente è che più il tè è pregiato e più l’acqua non deve essere troppo calda altrimenti le foglie si bruciano. I tempi di infusione nella preparazione del tè variano dai due o tre minuti secondo il tipo di tè che viene preparato. Se si vuole fare un tè nero forte allora lo si farà “all’inglese” ovvero tenendolo in infusione per 5 minuti. Le bustine sono più pratiche delle foglie, tuttavia se si vuole gustare pienamente i sapori della bevanda occorrerà prediligere il tè in foglia, più ricche di aroma.


Si ringrazia per la collaborazione Barbara Vola, Tea Sommelier e Tea Blogger.

martedì 26 marzo 2019

Dimmi quale occhio scegli e ti dirò chi sei. Il test da 2 minuti

I test della personalità ci svelano qualcosa in più della nostra personalità. A volte le nostre emozioni, i comportamenti che adottiamo e come ci rapportiamo con gli altri sono celati dentro di noi. Scegli uno di questi tipi di occhio e scoprirai qualcosa in più del tuo modo di essere.
Un test simpatico e senza pretese, da fare in un paio di minuti per staccare da una giornata intensa. Come ribadiamo sempre, i test non hanno in tasca la verità assoluta, sono dei semplici giochi e come tali vanno presi.
Ritagliati due minuti del tuo tempo e inizia il test.
Basta scegliere uno di questi tipi di occhio e vedere il profilo al quale corrispondono. Dopo l'immagine troverai le soluzioni.
 Risultati

1) Occhio con il cuore

Sei una persona aperta all'amore e alle amicizie perché non perdi mai l'occasione di rischiare. Ti butti a capofitto senza paura di rimanere scottata. Agli altri ti mostri decisa, senza incertezze perché sei convinta che i problemi si debbano affrontare con il sorriso. Sei leale e tutti si fidano di te.
occhio1

2) Occhio planetario

Sei una persona coscienziosa che cerca sempre di fare la cosa giusta. Sei ambiziosa e difficilmente mostri agli altri quanto sei preoccupata. Dosi le tue parole e i tuoi gesti per essere sempre una persona migliore e per non ferire gli altri.
occhio2

3) Occhio giallo

Sei una persona afflitta, di quelle che ha avuto un passato difficile che condiziona il presente. Sei sempre alla ricerca della pace interiore, anche se agli altri non mostri i tuoi pensieri negativi. Hai numerose pressioni ma te le tieni per te e sei brava a rialzarti quando cadi.
occhio3

4) Occhio orologio

Sei una persona filosofica che pensa spesso e troppo. Su ogni cosa ci rifletti su almeno mille volte e per questo che sei così assorta nei tuoi pensieri che a volte ti isoli completamente dal resto del mondo. Vedi la vita come un puzzle, ti piace giocare con i suoi pezzi fino a quando non stanno tutti bene insieme. 
occhio4

5) Occhio chiave

Sei una persona misteriosa che ancora non è riuscita a capire se stessa. Ti contraddici spesso, cambi umore completamente, sei di poche parole e un po' confusionaria. Parli soltanto quando sei sicura di poter contribuire attivamente a una conversazione.
occhio5

6) Occhio con la luna

Sei una persona sensibile, ti accorgi di tutto e non dimentichi nulla, ma sei anche emotiva per cui anche le sciocchezze possono cambiare il tuo umore: hai la risata e la lacrima facili. Non mostri agli altri quanto sei fragile. Preferisci mostrare quanto sai essere profonda.
occhio6

7) Occhio focoso

Sei una persona focosa, piena di energia e di passione. Per te non esistono le mezze misure: o ti odiano o ti amano. Per te in qualsiasi situazione c’è un’alta posta in gioco. Quindi pensi molto anche alle eventuali conseguenze di una sconfitta.
occhio7

8) Occhio stanco

Sei una persona eccentrica che ha interessi, idee, credenze e pratiche fuori dal comune. Non ci sono regole e fai le cose senza preoccuparti delle conseguenze, non hai nulla da nascondere e ridi in faccia a quelli che ti giudicano. Sei anticonformista per natura.
occhio8

9) Occhio azzurro

Sei una persona intuitiva che capisce bene gli altri, ma al contrario su di te mantieni sempre il mistero. Mostri al mondo solo quello che vuoi, per questo motivo sai quando qualcuno ti sta manipolando.
occhio9

Fonte-https://www.greenme.it/vivere/mente-emozioni/29360-test-personalita-carattere-occhio