giovedì 13 agosto 2015

PUNTURE DI ZANZARE, CONSIGLI E RIMEDI NATURALI PER...


PUNTURE DI ZANZARE, CONSIGLI E RIMEDI NATURALI PER ALLEVIARE IL PRURITO

La zanzara: cosa c'è di più fastidioso di questo piccolo insetto che nelle calde notti d'estate punge i più sfortunati, creando arrossamenti e prurito? E sotto con creme, pomate, prodotti per combattere la voglia di grattarci. E quanti accorgimenti preventivi per cercare di arginarle, ma spesso è una battaglia persa. Si dice che preferiscano le persone con sangue dolce, ma si tratta di una delle tante leggende metropolitane, che non hanno alcun risconto scientifico. Vediamo, ed è quello che ci interessa di più, come alleviare il prurito determinato dalla puntura di questo piccolo vampiro:

ACQUA CALDA

Bagnare la parte interessata con molta acqua calda, fino a quando il bozzetto provocato dalla puntura da rosso diventerà rossastro chiaro. Asciugare la zona, che deve comunque rimanere un po' umida.



LIMONE

Spremete qualche goccia da un limone, bagnateci un pezzo di stoffa e passatelo sopra la parte interessata, facendo pressione in modo ondulatorio. Eseguite questa operazione per una decina di minuti. L'effetto prurito si attenuerà notevolmente.



DENTIFRICIO

Prendete una minima quantità del vostro dentifricio e spalmatela, sempre in modo ondulatorio, sulla zona colpita, ricoprendola interamente. Passeranno una decina di minuti e addio prurito. Alla fine, sciacquare con acqua calda.



SALE

Mettete un cucchiaino da caffè di sale da cucina in mezzo bicchiere di acqua. Mescolare e bagnare più volte la zona interessata usando le dita (devono essere pulite), senza cadere nella tentazione di grattarvi. Il prurito in cinque minuti diventerà un brutto ricordo.



SALIVA

Se siete fuori casa e non avete nulla a cui ricorrere, e il prurito è fortissimo, bagnate la parte con un po' della vostra saliva. In questo modo sia il prurito che il gonfiore si attenueranno.



GHIACCIO

Prendete un cubetto di ghiaccio dal freezer, avvolgetelo in un fazzoletto di cotone pulito, e passatelo sulla parte del corpo che la zanzara ha punto e che ora vi prude. Avrete un po' di sollievo, il prurito calerà di intensità e in più vi rinfrescherete.



CIPOLLA

È uno dei classici rimedi della nonna, che anche in queste cose non ha mai sbagliato. Tagliate una fettina di cipolla e passatella sul punto dove la zanzara si è nutrita. L'odore forte non sarà magari gradevole per noi, ma la nonna assicura che il prurito sparirà immediatamente. Provare per credere.



TEA TREE OIL

Si può trovare sia in farmacia che in erboristeria. Si tratta di un prodotto a base di melaleuca, una pianta diffusa soprattutto in Australia, Malesia, Indonesia, Nuova Caledonia e Nuova Guinea. La specie più nota è la Melaleuca alternifolia, da cui si ricava un olio essenziale usato in medicina naturale. Tra i tanti usi, funziona anche come lenitivo per combattere le piccole irritazioni della pelle, comprese anche le punture di zanzara.



AGLIO

Strofinare dell’aglio sulla zona della puntura si attenueranno gonfiori e pruriti. Sempre la nonna ci dice che mangiare abitualmente aglio contribuisca a tenere lontane le zanzare.



BICARBONATO DI SODIO

Mettere in acqua una cucchiaio di bicarbonato, mescolare bene e applicare sulla zona della puntura il composto ottenuto. Via il prurito e avrete anche una sensazione di grande freschezza.



LAVANDA

La lavanda ha proprietà lenitive e rinfrescanti. Prendetene delle foglie e strofinatele sulla parte dove siete stati punti. Oppure comprate dell'olio essenziale di lavanda, immergetevi un batuffolo di cotone e andate a tamponare sulla zona arrossata.



ALOE VERA

Stesso discorso per l'aloe vera, che ha grandi proprietà lenitive. Applicate sulla puntura un gel o un preparato, in poco tempo prurito e gonfiore andranno via.


Punture di zanzara, i rimedi naturali


Con l'arrivo del caldo arrivano anche le odiatissime zanzare che sono la causa più frequente di nottate trascorse in bianco nel corso di questa stagione. Quel fastidioso ronzio, infatti, metterebbe a dura prova anche i nervi più saldi. Per non parlare delle punture che, in certi casi, diventano vere e proprie eruzioni che pulsano e prudono. In commercio vi sono vari prodotti per lenire i fastidi dovuti alle punture e tenere lontane le zanzare, ma non dimentichiamo vi sono anche dei metodi naturali da adottare. Vediamo quali.



GLI OLI ESSENZIALI

Se l'odiatissima zanzara ha "azzannato" la vostra pelle potreste ricorrere al benefico effetto degli olii essenziali, che si reperiscono facilmente in erboristeria o nelle parafarmacie.

In particolare segnaliamo:


- L'Olio Essenziale di Lavanda, applicato sulla puntura, calma il dolore e allevia il prurito;

- Gli Olii Essenziali di Citronella o di Geranio sono molto utili perché tengono lontane le zanzare.

- L'Olio di Tea Tree, usato in Australia dagli aborigeni più di 1000 anni fa, è un ottimo pronto soccorso naturale;

- L'Olio di Neem agisce come lenitivo ma anche come repellente.

Anche l'Aloe Vera, pianta dalle molteplici proprietà, ci corre in soccorso. Risulta molto efficace nel trattamento delle punture di insetto. E' un potente antisettico e antinfiammatorio. Applicando un po' di polpa o di gel sulla puntura si ottiene subito un senso di freschezza e di sollievo. In alternativa all'Aloe Vera è possibile utilizzare una fettina di cipolla.


I RIMEDI DELLA NONNA


Tradizionalmente vi sono anche dei rimedi "caserecci":


- Il Sale

E' utile per alleviare il prurito. Basta inumidire la zona della pizzicata e sfregarcelo sopra delicatamente;


- Il Bicarbonato di Sodio

Si deve preparare una pasta composta da bicarbonato di sodio e acqua e applicarla alla zona interessata dalla puntura. Il prurito sparirà in poco tempo;


- Il Limone

E' sufficiente tagliare una rondella di limone e sfregarla sulla puntura. In poco tempo scompariranno l'irritazione ed il prurito.


PER LA CASA


Per tenere le zanzare lontane da casa si può ricorrere alla citronella, magari alle candele, da tenere sui davanzali delle finestre e davanti ad ogni balcone.




yahoo.com/

Nessun commento: